Facebook |  Staff |  Contatti  |  Sostienici  |  Pubblicità su questo sito  |  Ultimo aggiornamento: Dom, 30/04/2017 - 21:14
sei qui: Home > Cronaca > Ha 92 anni e le installano l'Adsl senza alcuna richiesta mentre c'è chi non ha il telefono

Cronaca Matera

Ha 92 anni e le installano l'Adsl senza alcuna richiesta mentre c'è chi non ha il telefono

Denuncia dell'Adiconsum di Matera. Riceviamo e pubblichiamo

di Redazione Basilicata24

Giuseppe Tedesco e Marina Festa Giuseppe Tedesco e Marina Festa

Un numero sempre crescente di cittadini si rivolgono a noi – ha affermato Marina Festa, Segretaria Provinciale dell’Adiconsum di Matera, o presso le sedi comunali di Bernalda, Policoro, Tursi, Pomarico e Marconia lamentando i numerosi disservizi delle compagnie telefoniche.

Dall’inizio dell’anno – ha continuato Marina Festa – sono centinaia e centinaia i casi segnalati, affrontati e risolti con le società telefoniche. Questi riguardano ad esempio la doppia fatturazione del servizio “voce”  e ADSL a seguito di passaggio da un gestore telefonico ad un altro, l’attivazione o la disattivazione di servizi non richiesti, le megabollette, i ritardi nella riparazione dei guasti, e così via.

Fra i disservizi contestati vi sono anche i reclami di una anziana signora 92 enne di Matera e un pensionato 70 enne di Marconia  che si sono visti attivare, senza alcuna richiesta,  il servizio ADSL pur non avendo il computer e non utilizzando internet, considerata anche la loro età.

L’ultimo caso riguarda un consumatore materano che si è visto disattivare il servizio “voce” e l’ADSL, dal 28 luglio ultimo scorso, con la perdita del numero telefonico che è passato ad altro utente, a seguito di controversie fra due società telefoniche. Per questo utente abbiamo chiesto il ripristino dei servizi e un indennizzo di €uro 2.000,00.

“Il Giudice di Pace di Matera, ma anche il Tribunale della stessa città – ha affermato Giuseppe Tedesco, Responsabile del Centro Giuridico Adiconsum – ha più volte condannato le società telefoniche per questi disservizi. I Giudici hanno quantificato anche in via equitativa i danni causati da inadempimenti contrattuali e i disagi subiti dai cittadini per l’aggravio dei costi che hanno sopportato nell’utilizzo della connessione a internet o per poter telefonare”.

L’Adiconsum Cisl di Via Ettore Maiorana fa presente, infine, che i consumatori hanno diritto di non pagare servizi non richiesti, in caso di interruzione della linea l’utente ha diritto ad un risarcimento e  nel caso di addebito di servizio telefonico non richiesto occorre pagare  la bolletta utilizzando un nuovo bollettino postale escludendo il costo del servizio contestato

Matera 02 ottobre 2011   UFFICIO STAMPA ADICONSUM

Nella foto: Giuseppe Tedesco, Responsabile del Centro Giuridico Adiconsum, e Marina Festa Segretaria Provinciale

Dom, 02/10/2011 - 09:44
Stampa